Roma, 28 settembre 2020 – Cassa Depositi e Prestiti (CDP) e Assoconfidi hanno sottoscritto la convenzione che regola l’accesso al “Plafond Confidi”, del valore massimo complessivo di 500 milioni di euro e durata fino a 7 anni, che consentirà ai confidi iscritti all’Albo di cui all’art 106 del TUB di accedere ad una piattaforma di provvista dedicata, con lo scopo di supportare l’attività di esercizio del credito diretto alle imprese con meno di 250 dipendenti.

La provvista a disposizione dei Confidi vigilati permetterà di rafforzare la concessione di credito diretto a medio e lungo termine a supporto delle esigenze di liquidità e degli investimenti delle imprese di minori dimensioni

Il plafond di provvista sarà utilizzato dai Confidi per supportare l’accesso al credito delle piccole e medie imprese italiane, mediante la concessione di nuovi finanziamenti garantiti dal Fondo di Garanzia per le PMI. Il meccanismo di funzionamento del nuovo plafond è analogo a quello previsto dagli strumenti di liquidità di CDP attualmente operativi per le banche, attraverso i quali da inizio anno CDP ha erogato circa 1,2 miliardi di euro a supporto delle imprese italiane.

Comunicato-n.-115-del-28092020_cdp-assoconfidi